giovedì 3 ottobre 2013

Mai perdersi d’animo! / Meeting with Fiona

2.10.2013

Finalmente stamattina mi sveglio riposato…sveglia alle 14…preferisco perdere il pranzo ma piuttosto dormire! Apro la finestra e …tadà! Fuori la mia stanza (al piano terra) ci sono vari alberelli dai fiori molto belli.

Uno dei fiori, fuori la mia finestra

Missione: pulizie generali della stanza. Ieri ho accennato la questione degli insetti…bene… non scenderò nei dettagli, ma vi dico solo che non è proprio una accomodation ottimale…credo sia il prezzo da pagare per non aver mai fatto campeggio e non aver mai voluto far parte degli Scouts!
Armato di coraggio, pazienza, guanti, spugnette e detersivi vari, cerco di dare un po’ di dignità a quella che sarà la mia casa per i prossimi 2 mesi.
Dopo 3 ore di duro lavoro, risolvendo non molto data la mole di sporcizia, faccio la doccia finalmente con una tendina paraschizzi nuova! Tutto sommato, sono stato fiero di me stesso nella veste di desperate housewife...mai perdersi d’animo!

Prima e Dopo

Ore 17:30: appuntamento con Fiona (laureata che seguirà il mio lavoro di ricerca) alla mensa n°1, 1°piano.
Prendo la bici silver e la raggiungo.
Entro per la prima volta in mensa. Sale molto grandi, grande varietà di scelta, da lontano vedo un qualcosa di familiare (spaghetti) e mi fiondo sui noodles, chiedo un piatto abbondante, e prendo una coca.

Noodles!!

Mangiamo e cominciano le solite chiacchiere, condite dalle mie solite battute (freddure) che però, sarà forse perché sono “seriosi” cinesi, li divertono molto…Hme ciA’
Arriviamo così alla School of art and design, sempre interna al campus della Jiangnan University (ah sapete perché si chiama Jiangnan? Perché qui siamo a sud del fiume Yangtze, e in cinese yangtze si pronuncia jian, sud qualcosa come nan, e così dato che ai cinesi piace molto costruire frasi per “pronuncie” diventa jiangnan in inglese), saliamo al 4°piano, dipartimento di landscape and environmental design.
Un dipartimento arredato davvero in biostyle…controsoffitto con luce diffusa, scaffali in legno ma bene rifiniti e ampolle di vetro qua e là con piantine particolari quasi a ricreare dei microclima particolari…ah al centro della stanza un tavolo da lavoro enorme con al centro un’altra ampolla con una tartaruga da acqua.
Veniamo così al dunque…come ho già accennato sono venuto a Wuxi per occuparmi di industrial heritage renewal, ossia rifunzionalizzazione/riqualificazione di edifici industriali dismessi/abbandonati.
A Wuxi (da sempre città di industrie) c’è molto interesse riguardo tale tematica in quanto ad Aprile c’è stato un symposium internazionale nel cui documento finale sono state inserite linee guida circa la catalogazione delle fabbriche ritenute “interessanti” e i criteri per l’attuazione di progetti di renewal, e il governo ha rilevato molte fabbriche di proprietà della famiglia Rong (una sorta di Berlusconi in Cina) tra cui molte a Wuxi.

Schede e Appunti

Per cui, prima di arrivare, ho informato sia Fiona sia la Prof Shi Ming, che vi presenterò nei prossimi giorni, della mia idea di tesi, e stasera sono rimasto soddisfatto del meeting perché, appena mi sono accomodato, Fiona e l’altra studentessa (Justin, sempre nome in inglese) mi hanno presentato sul tavolo una serie di schede riguardo fabbriche che sono già state oggetto di rifunzionalizzazione che andremo a visitare nei prossimi giorni.
Wau! Dal terzo giorno (ossia domani) e per i prossimi 5 giorni ho già programmato un bel po’ di sopraluoghi! Perfetto!
Così, dopo aver ringraziato Fiona e Justin per la disponibilità e l’aiuto che mi offriranno, torno in bici con molto calma e decido di prendermi un pausa e fotografare il ponte decorato con le bandiere cinesi (fino all’8 Ottobre qua è festa nazionale…festeggiano la REPUBBLICA POPOLARE CINESE...mmm sì proprio la Repubblica…).

Vista del Campus e la mia bici

Domani colazione con Fiona ore 8:30 e dopo…si parte con la tesi! Non potevo chiedere di meglio…2 giorni trascorsi dal mio arrivo e al momento non posso certo dire di aver perso tempo. Anzi!
Qui sono le 00:31…notte!

11 commenti:

  1. DAjeee Marco!! Seguirò con piacere le tue avventure da questo piccolo blog!!per me già il nuovo Tiziano Terzani!ahahhaha
    In bocca a lupoooo ;-)

    RispondiElimina
  2. ahahah l'ho letto prima di partire ovviamente...spero di non fare la sua fine...terrò la mia curiosità a bada!!! a breve il post di oggi qui sono le 23:30 a presto lelle!

    RispondiElimina
  3. Buon articolo, Marco!!! Ma ho una domanda, non sapevo molto sulla famiglia Rong...... Puoi descrivemi qualcosa?

    RispondiElimina
  4. Your blog is turning more and more interesting! The pic of your bike beside the flag makes viewers awe on my university. Never had a time I found my campus can be so beautiful. We stay here for too long to notice details..From your sketch drawing of that landscape, I am looking forward to your project with Shi Ming and others!
    As for biostyle, ya, I'm proud of that my school's indoor decoration becomes more innovative than the time when I was freshman.
    And lucky for that shabby dorm which underwent a magic! Just like that rust bike!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hello, Xueyan! I was just with Marco on the plane from Roma to Shanghai, and he told me that you would pick him when arrive Wuxi. I also taught him how to pronunce your name, jaja! Marco is very intelligent and sensitive, I think he will get a lot of fun during these two month in China!!

      Elimina
  5. Glad to know such interesting/curious people like you!

    @Xueyan: look the world with your eyes not as china wants you do :-P
    @Liyan: ho cercato sul web via freegate qualcosa in più circa la famiglia Rong...cmq da quello che ho annotato l'altro giorno al museo del commercio e dell'industria di Wuxi, i fratelli rong dai primi del '900 in poi sono stati i proprietari della maggior parte delle industrie/fabbriche in Cina e hanno costruito un Impero dopodiché hanno donato al Governo (in cambio chissà di cosa...)le loro proprietà per cui il Governo ha cominciato da anni una bonifica e successiva rifunzionalizzazione di tali spazi.
    Comunque ho trovato questo abstract di una tesi di una studentessa della Hrvard, secondo me molto interessante:

    http://www.hbs.edu/faculty/Pages/item.aspx?num=35144

    Provides the complex historical background to understanding the development of family businesses in China from the late 19th century to the present. Using the example of the Rong family, China's most prominent industrialist family in pre-1949 China, analyzes the organizational structure and transformation of Chinese family firms in terms of managerial hierarchies, kinship alliances, and local networks. Emphasizes the response of the family business to major political crises, demonstrates how they dealt with the transition to a socialist government in 1949, and interprets the success of overseas Chinese family business as well as the revival of family business networks in the wake of China's economic reforms.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  6. Buonasera, Marco! Grazie per facilitare le storie, io ricordo che il uomo si chaima Rong Yiren, era un uomo di negozio importantissimo di Cina, che è nascito a Wuxi, jaja.

    Di più, come è tuo soggiorno a Nanchino? Ti piace la città?

    Ci sentiamo, amico! Un abbraccio!!!!

    RispondiElimina
  7. Ciao Liyan! Sono cambiati i programmi...a Nanchino andrò domani e Lunedì ritorno a Wuxi.Oggi riposo...mi sono appena svegliato!
    Un abbraccio e facci sapere se hai delle notizie scoop che riguardano il calcio italiano!

    RispondiElimina
  8. Ciao, sono Mara un'amica di mamma.....il tuo blog è bellissimo e le foto molto, molto suggestive..Complimenti!!!!!..... Aggiornaci su tutto... A presto!!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! aggiornerò ogni giorno, tempo permettendo!

      Elimina